PR

PR
Le mie passioni e le mie riflessioni. Powered by Blogger.

Latest Updates

lunedì 5 settembre 2016

Ehi Cortana, c'è il latte nel frigo?

Posted By: Giangiotto Malatesta - 05:27

All'IFA di Berlino, LG presenta un frigorifero con windows 10. Nascerà una nuova  categoria, gli martfrigo? Su facebook viene data la notizia dal celebre portale Hardware Upgrade. Riporto alcuni commenti spassosi:

ehi cortana, c'è il latte nel frigo?" "cerco le ciabatte sul fico"
 Già immagino gli update del frigorifero e le schermate blu
 È tutto touch tranne 3 tasti che andranno usati solo in caso di emergenza: "Ctrl+Alt+Canc
 Mi scusi ho un virus che non riesco a mandare via. Non c'è problema, che computer ha? È un frigorifero della LG. Ah!
 "Ah, finalmente sono tornato a casa e posso mangiare qualco..."
*Aggiornamento automatico in corso, non aprire il frigo*
 Andrà Bene x fare O.C. extremo e o bech tanto ha un impianto di raffreddamento da far invidia alla nasa
 Magari con le impronte digitali così torna comodo negli appartamenti con i coinquilini!
 Ogni volta che finisci cibi e bevande al suo interno.. si formatta il frigorifero.
 Le profezie dei Maya cominciano a prendere forma...
 Ma ci gira Crysis?!
  Se il sistema va in freeze, è un bene o un male?
 Spazio nel frigo insufficiente, eliminare qualche ortaggio
 Sicuramente si bloccherà la porta
 Quindi se becca un ramsonware non si apre più???




domenica 4 settembre 2016

Quello che resta delle olimpiadi di Rio 2016

Posted By: Giangiotto Malatesta - 05:49




Un po' in ritardo, le cose che rimarrano di questa olimpiade:

Basile vedi post
 
Il saluto rifiutatto
Sempre nel Judo, l'atleta egiziano che rifiuta di fare il saluto tradizionale e la stretta di mano all'atleta israeliano.  


 Inqualificabile da un punto di vista marziale e anche umano. Giustamente sanzionato. [Nonostante questo brutto gesto pare che sia comunque un miglioramento: precedentemente ci sono stati molti casi di atleti mediorientali che hanno perso a tavolino piuttosto che affrontare atleti israeliani]



La proposta di matrimonio cinese



L'oro più triste di sempre
link


Chissà che ha patito e che ha visto Ri Se-Gwang (Corea del Nord)..
La dittatura è una brutta cosa e purtroppo il mondo fa finta di niente.
Propongo la lettura di quest'articolo.

Spogliarello mongolo
Per chiudere con un po' di simpatia lo spogliarello di protesta dell'allenatore della Mongolia durante l'incontro di lotta greco-romana tra Mongolia vs Azerbaigian


Non si può guardare. Mi viene in mente un Presidente del Consiglio,.. dopo il fatto avrebbe nominato tutti allenatori donna!! xD

Menzione d'onore per l'atleta etiope Almaz Ayana che ha sbriciolato il primato mondiale dei 10mila metri di corsa. Dopo 23 anni il record è sceso di quasi 14 secondi: notevole.


sabato 3 settembre 2016

Paradise beach

Posted By: Giangiotto Malatesta - 04:09
Filmetto visto ieri (e purtroppo non è la vacanza suggeritami da tripadvisor :p)

Ieri sera ho avuto un irrefrenabile voglia di cinema e, disponibilità di film alla mano, la scelta è ricaduta su Paradise beach.
Guardando le caratteristiche si capisce subito il tipo di prodotto: tipico summer movie, pg13(vietato ai minori di 13 anni)

trailer ita



 Io sono un gran fan dei film sugli squali e quindi bisogna vederlo.. 

Il film è un prodotto a basso budget per gli standard hollywoodiani e si vede. Purtroppo durante il film si accendono parecchi campanelli dell'allarme non si può. Ogni volta che un campanello suona, una parte del film muore [cit.].
Ad esempio **SPOILER!** il morso dello squalo, il comportamento innaturale (e incazzatissimo) dello squalo, il tempo sullo scoglio,  la boa di salvataggio fatta con la carta di allumio delle barrette di cioccolata,..**SPOILER!**
Insomma come b-movie arriva a stento alla sfficienza. Si salvano l'interpretazione Blake Lively, lo scenario, e, soprattutto l'idea di fondo; la lotta per la sopravvivenza come metodo per superare il lutto, i simbolismi come lo scoglio in mezzo al mare, l’amico gabbiano, lo squalo, la provvida scienza. Però la parte più importante del film è appena abbozzata..
Insomma è un film che consiglio a metà; il tipico film da vedere su netflix.

martedì 9 agosto 2016

Oro olimpico nel judo

Posted By: Giangiotto Malatesta - 01:29

Le arti marziali sono una delle mie passioni principali. Qualche giorno fa mi ha impressionato Fabio Basile alle olipiadi di Rio. Non è stato solo per la nazionalità o per il risultato finale ma a colpirmi è stata soprattutto l'autorevolezza, la determinazione mostrata. Mi ha ricordato un po' Tommy Conlon del film Warrior.
Tutte vittorie nette. Sembrava di vedere un pluricampione, nessuna sudditanza verso i grandi del Judo mondiale,..   eppure un anno fa Basile non era neanche nel ranking mondiale. Era uno che mangiava pane e Judo dall'infanzia ma non era noto nell'ambiente.
Poi l'occasione: l'incontro con il Maestro Kiyoshi Murakami e un'uscita tipica da spaccone:

Kiyoshi Murakami mi ha detto che sarei andato a Tokio [ovvero le prossime olimpiadi dopo Rio 2016]. Io gli ho detto: non Tokio, Rio.

Il resto è noto: i sacrifici, i risultati che arrivano ed infine il notevole oro olimpico. 

Chiudo con un suo post pubblicato su facebook:

Non temete i momenti difficili, il meglio viene da lì....

sabato 6 agosto 2016

Resident Evil 7, non si salvano neanche le erbette

Posted By: Giangiotto Malatesta - 23:36


Proprio così: non bastava lo stravolgimento della prima persona. Non bastava la realtà virtuale.
Non bastava la scomparsa dei personaggi storici della serie. Non bastava la scomparsa di pistole e fucili. Non bastava la scomparsa degli zombie...

Anche le erbette verdi sono state stravolte.


Eccovi sto Amaro del Capo e sto rosmarino scaccia fantasmi/mostri/amenità varie..

Beh, per l'Amaro del Capo posso concordare, per il rosmarino,..
si rischia di essere più appetitosi per quello che ci farà la pellaccia.

Capcom, ma che stai combinando con la nostra serie preferita?

Haters, contro gli insegnanti non mollano mai!

Posted By: Giangiotto Malatesta - 03:50







Vengo a conoscenza  da orizzonte scuola dell'ennesima dimostrazione di odio contro gli insegnanti. Questa volta pare che l'attacco venga addirittura da un giornalista dell'Unità.

Nello specifico O.S. fa riferimento alle ultime esternazioni del giornalista contro la protesta di qualche giorno fa degli insegnanti di Napoli per i trasferimenti.

Come si evince dal seguente filmato della Repubblica, gli insegnanti chiedevano semplicemente due cose:
trasparenza (non si sa in base a quali criteri siano stati scelti i trasferibili
e  
giustizia (non si sa per quali criteri insegnanti con più anzianità di servizio siano stati scelti per trasferirsi rispetto agli insegnanti con meno punteggio).

Non bisogna infatti dimenticare che sicuramente un trasferimento per mezza Italia ha un costo economico (nuovo affitto da pagare) per qualunque lavoratore e un costo affettivo (dover rinunciare a trascorrere il proprio tempo con figli e coniuge). Senza dimenticare il vuoto lasciato in famiglia.
Insomma un pasticcione che riguarda molti, non solo al sud Italia. Anche per al nord si è ripetuta la stessa situazione (anche se in dimensioni ridotte). Ho sentito molta gente lamentarsi per i trasferimenti.
Ora, mi rendo conto che l'odio verso gli insegnanti non è mai stato molto celato [ma perché poi tanto odio? Chiunque può fare l'insegnante. Basta solo mettersi a studiare. L'università ha anche costi abbordaboli in Italia] ma stavolta mi sembra quantomeno inopportuno anche da un punto di vista umano.

domenica 26 giugno 2016

Fine anno scolastico

Posted By: Giangiotto Malatesta - 10:31






Strano ma vero: anche quest'anno pare che sia finita. Stavolta non voglio chiudere con un post dei miei, anche se ne ho viste di cose turche. Inoltre ogni anno la stanchezza si fa sentire sempre di più, ma... Ma meglio pensare positivo. Meglio pensare che "[...] anche il sole del giorno peggiore tramonta" quindi, quale miglior modo di festeggiare la fine dell'anno se non raccontarvi come festeggiano la fine dell'anno a San Pietroburgo?




I maturandi si affacciano lungo le rive del fiume Neva per salutare una nave a vela che passa. La nave si chiama vele scarlatte in onore dell'omonimo romanzo dello scrittore russo Alexandr Grin. La protagonista della storia è una bimba di nome Assòl. Come da tradizione russa, la bimba passa un'infanzia sfortunata. Orfana di madre e in povertà. Un giorno però le viene fatta una profezia: arriverà un principe su un veliero, con vele rosse, che s'innamorerà di lei. I due salperanno insieme per una nuova e felice vita. 
Bel modo di festeggiare la fine dell'anno.

SCIENCE & TECHNOLOGY

Games & Multimedia

Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.