giovedì 17 aprile 2014

The raid - redemption

Posted By: Giangiotto Malatesta - 05:54

Share

& Comment

ma un'elicottero per fare le cose facili?


Che filmone The raid - redemption. Un film di mazzate vecchia scuola. Direi quasi un film d'azione anni 80. Cominciamo però  a dire che questo filmone d'azione non è per tutti.
Innanzitutto è un film a basso budget ambientato in oriente. Indonesia per la precisione.  Pertanto ci sono tutti i pregi e difetti del caso. Non starò qui ad elencarli anche perché in ambito cinematografico sono onnivoro. Film occidentali, orientali, vedo di tutto! Capisco però che qualcuno potrebbe protestare. A costoro posso dire che è previsto anche un remake americano (vedi Infernal Affairs e The Departed).
Di sicuro poi mi vedrò anche la versione americana ma dubito che arrivi al livello dell'originale (sopratutto per il protagonista)
La trama
La storia è ambientata a Giacarta. Un manipolo di poliziotti, pieno di reclute, viene mandato in un noto palazzone della mala per catturarne l’inafferrabile boss che rintanato all’ultimo piano, fa più danni delle sette piaghe bibliche. Da qui appunto, il titolo del film. Le cose quindi partono già in salita. I nostri eroi però non si perdono d'animo ed eseguono gli  ordini con un orientale senso del dovere. Inizia il raid a sorpresa, i poliziotti arrivano fino a metà palazzone e poi,.. iniziano tutti i colpi di scena. Tra il doppio gioco di più di un personaggio e i vari colpi di scena la storia va avanti fino ad un epilogo inatteso.
A metà film vengono alla luce anche le nobili motivazioni personali che hanno spinto il giovane poliziotto Rama(Iko Uwais) a intraprendere quella che sembra una battaglia persa.
Poi ci sono le sparatorie e  soprattutto i combattimenti a mani nude che sono qualcosa di fenomenale. E lo dico da istruttore di arti marziali! Gli attori infatti inscenano splendide coreografie basate sull’arte marziale tipica dell’Indonesia ovvero il Silat (simile alla sua variante filippina Kali). Praticamente è qualcosa che ricorda il Wing chun(uno stile di kung fu) ma che comprende anche l’uso di calci, gomitate e di disarticolazioni da impatto (es: se su un pugno, si para forte colpendo il gomito dell'aggressore gli si rompere il braccio = parata + attacco con disarticolazione[I love Silat]). Le scene sono veloci e girate bene; non per niente l’attore principale è stato più volte campione nazionale di Silat.
I giudizi della critica sono stati molti lusinghieri. Spicca il best action movie in decades.
Insomma, un film che merita di entrare nella collezione personale di film d’azione. Chi non è d’accordo, si becca una parata ad impatto xD
Vi lascio con in trailler e qualche filmato (SCENE FORTI ASTENERSI MINORI)









About Giangiotto Malatesta

Techism is an online Publication that complies Bizarre, Odd, Strange, Out of box facts about the stuff going around in the world which you may find hard to believe and understand. The Main Purpose of this site is to bring reality with a taste of entertainment

0 commenti:

Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.