lunedì 25 agosto 2014

Breaking bad

Posted By: Giangiotto Malatesta - 06:42

Share

& Comment

Come preannunciato eccomi e parlare della serie migliore di tutti i temi e non lo dico io ma il grande numero di premi ricevuti e il seguito che ha generato.
                                 

alcuni artwork:
                                            
                                       

Perché come simpaticamente ci hanno ricordato anche i Griffin,

                                    
 dopo aver visto la famosa serie televisiva non possiamo tacere. 
Ci sono state tante serie tv che hanno raccontato storie legate al crimine, storie drammatiche e thriller ma questa cattura lo spettatore per la trama, le splendide interpretazioni, la caratterizzazione dei personaggi, le musiche, gli scenari e soprattutto per il dilemma morale del protagonista.
Breaking bad può essere tradotto con scelta sbagliata. Il protagonista, il prof. di chimica Walt White si trova in una brutta situazione scoprendosi malato di un tumore difficilmente curabile, mutuo da pagare, l'arrivo di una gravidanza non pianificata, il tenore di vita da assicurare ai figli (in USA si vendono la casa per pagare l'università al figlio mica è come in Italia).
una tipica faccia da prof

Pertanto DECIDE, e qui appunto la scelta sbagliata del titolo, di mettersi a produrre droga per risolvere tutti i problemi economici della famiglia e poter morire senza rimpianti. La trama poi prosegue tra le prevedibili difficoltà legate alla nuova attività del prof, il bisogno di apparire per bene davanti ai figli, il tenere la famiglia fuori dai problemi di mala e proseguire con successo nella strada della delinquenza.  La parte centrale della storia ci presenta un protagonista cambiato completamente: da buon padre di famiglia a subdolo malvagio. Viene da augurarsi che qualcosa gli vada storto! Poi nel finale c'è il colpo di coda inaspettato e molto interessante.
                                         

Le splendide interpretazioni dei personaggi hanno lasciato un segno: pare che anche un grande come Anthony Hopkins si sia complimentato per le interpretazioni (credit a Carburano per aver riportato la notizia). Sembra di assistere a degli avvenimenti che accadono dal vivo. Ci si affezziona anche ai tanti compagni di viaggio del protagonista anche se quasi tutti sono poi legati al mondo della malavita. Molto interessante il rapporto tra il protagonista e un suo ex studente. Quasi un rapporto padre-figlio.
La caratterizzazione dei personaggi è incredibile: ci sono spesso tanti di quei particolari (dalle frasi tipiche alla suoneria del cellulare fino all'auto) che rendono subito familiare un dato personaggio e lo collocano in una determinata categoria.

"sai quando si dice che è stato un piacere?  ..beh non lo è stato"
Le musiche sono anche queste stupende; partendo dalla sigla iniziale
                                     

e finendo alla colonna sonora (su amazon si può comprare sia in cd che in mp3) 

                                  

Pensate che ad un certo punto si sente perfino una canzone in dialetto milanese dedicata alla testa pelata del protagonista :D
Infine gli scenari ma questi si sa che sono sempre stati un piatto forte delle serie americane.
Del dilemma morale del protagonista e degli altri personaggi principali della storia preferisco non parlare qui per non fare spoiler. Magari nei commenti ;)

Infine i minisodes (credit ancora a Carburano) e la simpatica "reunion"

About Giangiotto Malatesta

Techism is an online Publication that complies Bizarre, Odd, Strange, Out of box facts about the stuff going around in the world which you may find hard to believe and understand. The Main Purpose of this site is to bring reality with a taste of entertainment

3 commenti:

Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.