PR

PR
Le mie passioni e le mie riflessioni. Powered by Blogger.

domenica 28 dicembre 2014

A natale siamo tutti più buoni

Posted By: Giangiotto Malatesta - 07:14


Notizia vecchia, vecchissima ma anche no. La BBC (famosa tv di stato inglese) ha pubblicato un'inchiesta in cui mette sotto la luce dei riflettori le condizioni dei lavoratori orientali alle prese con la produzione e l'assemblaggio degli iphone. La purtroppo famosa condizione di lavoro dei lavoratori è rimasta inalterata nonostante le promesse e le inchieste del noto marchio californiano. Pare che la situazione si sia anche aggravata e coinvolga anche dei minori indonesiani alle prese con l'estrazione dello stagno (lavoro in miniera quindi).
La Apple non ci sta e rimanda le accuse al mittente. Riferisce di essersi mossa per migliorare la situazione. Pare inoltre che anche che altri produttori importanti di hardware abbiano gli stessi fornitori e subappaltatori. La BBC però mostra i video inconfutabili delle telecamere.
Spiace che la situazione non sia ancora sanata perché in occidente paghiamo caramente questo genere di prodotti. Se alla base c'è tutto questo sfruttamento allora significa che c'è qualcuno che intasca parecchi soldi a torto.
Perché allora non richiedere la produzione in occidente di tali prodotti? Qui le regole ci sono e i lavoratori e la natura verrebbero maggiormente rispettati. Si creerebbero anche parecchi posti di lavoro.. Sono sicuro che il prezzo finale non cambi poi molto per il consumatore finale. Tempo fa alcuni giganti dell'elettronica di consumo parlavano di costruire fabbriche direttamente in USA. Vedremo. Intanto evitiamo di comprare prodotti non necessari ed evitiamo quelle marche che, come ben noto, non sempre si comportano in modo corretto e pensano solo al guadagno.

                                                                                                                                                            via

mercoledì 24 dicembre 2014

Vandalismo e bullismo 2.0

Posted By: Giangiotto Malatesta - 08:07

Come molti ormai sapranno, la Sony è stata pesantemente minacciata da un anonimo gruppo di pirati affinché ritirasse un film satirico sul dittatore della Corea del Nord.
In molti hanno discusso sul fatto partendo dai propri punti di vista. Proviamo a prendere in considerazione il fatto partendo dalla tecnologia.
Si sa che la Corea del Nord c'è una feroce dittatura (checché ne dica Razzi). Dopo la morte  Kim Jong-il nel 1994 è succeduto il figlio Kim Jong-un (il prossimo sarà Kim Jong-una preposizione semplice/articolata a caso).
Pensate che le cose siano migliorate? Per niente! Anzi di male in peggio. Infatti alla ferocia (pare che il nuovo dittatore abbia addirittura fatto sparire alcuni parenti) si è aggiunta anche la stupidità. Quando si dice che al male non c'è mai limite. Pare infatti che il panciuto dittatorino ne abbia fatta una dopo l'altra. Dalla richiesta di un incontro con Obama (ma non si rende conto di essere un mostro??), alle continue uscite pubbliche in cui rimediava puntuali prese  in giro fino all'imposizione del suo taglio di capelli a tutti gli studenti maschi dello stato, .
Su internet è pieno di sfottò a questo personaggio.





Ebbene con l'avvicinarsi della commercializzazione del film sono aumentate anche le minacce dell'anonimo gruppo di pirati. Alla fine la divisione americana della Sony che gestisce il cinema ha deciso di cedere. Tutti l'hanno criticata. Cosa c'è però dietro tutto questo?
Veramente pensiamo che le minacce di cicciobullo possano mettere paura a qualcuno (al di fuori della Corea del Nord e dei suoi due sfortunati paesi confinanti)?
Ovviamente no. Quello che ha intimorito la Sony sono i 100 Terabyte (1 Tera = 1000 Giga) di dati sottratti. Si parla di film che se divulgati annullerebbero tutti i futuri guadagni. E non dimentichiamo che ogni film costa milioni di dollari...
Per non parlare anche delle probabili cause che potrebbero essere intentate da chi potrebbe sentirsi danneggiato dalla diffusione dei documenti riservati del gigante del cinema.
Ad esempio ci sono tutti i dati dei dipendenti, le mail private, etc etc..
Insomma la Sony si è piegata perché un attacco digitale le ha portato via importanti dati digitali.
Per fortuna non siamo ancora in quegli scenari più volte ipotizzati in cui a causa di un attacco informatico si bloccavano le fabbriche o i servizi.
Per questo Obama non ha parlato di terrorismo ma di vandalismo cibernetico.
Certo è che quando ci si libererà del cicciobello orientale sarà sempre troppo tardi.

venerdì 19 dicembre 2014

Il buon politico

Posted By: Giangiotto Malatesta - 09:03













Il buon politico? Qualcuno sicuramente penserà che l'unico politico buono è quello morto. Non è così e ve lo dimostro.
Qualche giorno fa ho visto un servizio in tv dove si parlava di José Mujica.

Quest'uomo è l'amato Presidente dell'Uruguay. Da diversi anni guida il Paese in una fase di crescita economica. Già questo basterebbe per essere amato amato anche qui che siamo in una crisi economica perenne. Ma non basta. Quest'uomo ha combattuto il regime militare ed è stato per più di un decennio imprigionato in stato di massimo isolamento. Parliamo quindi di un persona che ha  delle idee politiche molto chiare e che partecipato in prima fila alla vita politica e che, ahimè ne ha pagato le conseguenze sulla propria pelle.
Con l'avvento della democrazia Mujica si fa notare e conquista i cuori degli uruguaiani. Attualmente è da 4 anni il Capo di Stato.
Nonostante questo, ha continuato a condurre una vita umile, niente residenza presidenziale. Vive in una fattoria alla periferia della capitale. Guida un vecchio maggiolino. 
Ha rinunciato ad oltre il 70% del proprio stipendio (circa ottomila euro mensili) perché così vive anche la maggior parte dei propri concittadini. Inoltre la quota non necessaria del proprio stipendio viene devoluta a un fondo che aiuta le ragazze-madri.
Quello che però ho trovato interessante è anche l'idea politica di Mujica. Infatti nell'intervista il Presidente sostiene che il capitalismo tende a concentrare le ricchezze nelle mani di pochi. Pertanto bisogna ridistribuire le risorse tra i propri cittadini per creare una società più giusta. Al tempo stesso però non si deve colpire i più ricchi in modo pesante perché altrimenti questi andranno a vivere altrove (con tutte le proprie ricchezze).  
Insomma devono vincere tutti, questa è l'arte di fare politica.

domenica 14 dicembre 2014

Nuovo design del blog

Posted By: Giangiotto Malatesta - 13:59
Come avete potuto notare, sto mettendo mano allo stile grafico del blog. In questi giorni seguiranno modifiche e trasformazioni. Che ne dici? Era meglio prima? Si stava meglio quando si stava peggio? Funziona un Kaiser?
Dicete dicete, consigli e suggerimenti sono ben accetti.

PS: è lei l'immagine che si vede sotto al titolo ;)


sabato 13 dicembre 2014

Un navigatore satellitare offline per Android

Posted By: Giangiotto Malatesta - 04:55
Hai un piano tariffario che ti dà 100mb al giorno? Ogni volta che usi Google maps ti partono 40mb? Come fare senza comprare qualche app apposita? Niente paura: c'è Nokia here


Quello che fino a pochi mesi fa (perché di smartphone Nokia non ne vedremo a breve)  era il vanto maggiore dei nokiofili e dei fan di windowsphone, è finalmente disponibili per tutti i possessori di smartphone Android (in realtà solo per 4.1 e superiori).
Cosa ha in più rispetto a gmaps? La possibilità di poter salvare intere mappe e di utilizzarlo in offline.
Come va? Lo sto usando da pochi giorni. Rispetto al rivale più famoso non vedo grande differenze. Vedremo in futuro.
Certo è che in questo momento quel terribile fanboy della Nokia e di wp starà letteralmente rivoltandosi nella tomba (almeno fino a quando non scadranno gli accordi e Nokia potrà di nuovo riproporre i suoi modelli sul mercato).
Mi viene da pensare: Nokia ma perché quel patto scellerato con la Ms??

giovedì 11 dicembre 2014

La Polizia è 2.0

Posted By: Giangiotto Malatesta - 11:00
Le bottiglie sulla destra non fanno parte della nuova dotazione :D
Stando a quanto riportato su La Stampa, c'è un progetto per modernizzare le nostre forze dell'ordine. Pare infatti che si vorrebbero introdurre le nuove tecnologie in modo da avere un maggior scambio di informazioni, più moderna modulistica (vedi i tablet nella scuola), una maggior prontezza e una maggiore trasparenza.
Tutto questo tramite smartglasses, palmare e cintura.
Queste novità secondo me sono molto utili anche perché in Italia la massa non è molto al passo con la tecnologia. Ricordo ancora la mia sorpresa quando anni e anni fa scoprii che il casco di Michael Schumacher era un concentrato di tecnologia. Più precisamente era un casco di derivazione militare (piloti di elicotteri). Speriamo che vada tutto in porto, sono anche un fan di Robocop.



lunedì 8 dicembre 2014

Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1

Posted By: Giangiotto Malatesta - 01:22
Tempo di weekend, tempo di cinema. Stavolta non ho potuto scegliere io il film e mi è toccato:
HUNGER GAMES - IL CANTO DELLA RIVOLTA PARTE 1
Qui il trailer.


Chiariamo subito: il trailer è la parte migliore del film. Sconsiglio vivamente la visione se non ai fan irriducibili. Sembrerebbe che il finale della saga sia stato diviso in due parti. Questa qui è la prima parte. La seconda c'è già ma arriverà al cinema nel prossimo anno.
Quindi: questo film puzza tremendamente di mera operazione commerciale. Cosa che è.
Ritmo lento, storia che potrebbe essere riassunta in mezz'ora, non succede niente durante tutto il film.
A me poi, che odio queste storie adolescenziali, mi ha fatto più schifo del solito. Ho dovuto forzarmi per rimanere fino alla fine. Pensavo che poi il film si sarebbe ripreso e invece..
Per fortuna quando è finito ho sentito un commento ad alta voce: e questo è il film? Che porcheria!
Così ho potuto evitare di dire quello che pensavo e soprattutto ho potuto evitare il conseguente rimprovero di mia moglie :D
Diciamo anche che un piccolo riassunto della storia sarebbe stato gradito insieme a dei nomi meno sfigati:

- protagonisti: Katniss e Peeta (Forza Grecia!!) 
- cattivissimo di turno: Snow
- città da sconfiggere: Capitol City
- stato/regione: Panem

Mio cuggggino delle elementari trovava dei nomi più fighi.
Insomma, film uscito male, così male che ho pensato alla mitica tshirt della scimmia che scorreggiava: ma quale è il senso? provare a vedere se c'è qualche scemo che la compra?





giovedì 4 dicembre 2014

Entriamo nel vivo

Posted By: Giangiotto Malatesta - 09:44
Un mawashi esplosivo
Inizia finalmente l'azione tra Hamada e Samart. A scherzare con Samart finisce che ti bruci (e si vede). Oggi la prima puntata.
PS: manga in inglese!

Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.