PR

PR
Le mie passioni e le mie riflessioni. Powered by Blogger.

giovedì 26 febbraio 2015

Mi costruisco il pc

Posted By: Giangiotto Malatesta - 14:28

Ai tempi dell'università mi serviva un pc per la tesi e le varie tesine. Non avendo molti soldi in tasca mi sono dovuto accontentare di un pc di seconda mano vendutomi da un mio amico. Poi ho dovuto comprare lo schermo, tastiera e mouse. Alla fine avevo ugualmente speso una belle sommetta, per le mie tasche, per avere un pc col quale fare il necessario. Ai portatili non c'ho neanche pensato perché a quei erano costosi anche i modelli base; i netbook erano ancora musica futura.
Ed oggi? Se avessi bisogno di un pc economico per farci cose semplici? Possibilmente anche qualcosa di Nerdoso? Ebbene oggi la scelta ricadrebbe sicuramente sul Rapsberry pi.
Il piccolo gioiellino inglese, altro non è che il trionfo dell'essenziale: scheda madre con processore, ram ed uscite varie. Memoria? Solo tramite scheda sd.
Ovviamente non parliamo di ultimi ritrovati della tecnica ma di processore ARM a A 900MHz quad-core ARM con 1GB di ram. 


Il prezzo di cotanta essenzialità? Una trentina di euro.
Poi però ci si può sbizzarrire! Letteralmente. 
Il Rapsberry è nato come oggetto di studio per le scuole; le applicazioni vanno ben oltre il semplice computer.
Tornando a noi, collegando tastiera, mouse, una scheda sd e un tv/monitor si ha un pc .


Per i più pigri esistono anche kit completi e già pronti come il kano



Esiste anche il PI-Top, un kit semi artigianale (alcuni pezzi sono realizzati con la stampante 3d) che partendo dal pezzo base si arriva ad un notebbok


Certo, con questi kit si perdono di vista i 30€ iniziali ma si ha un prodotto unico, assemblato pezzo su pezzo di cui andare fieri.
In questi casi io però preferirei l'essenzialità per tenere ancora in tasca qualche soldo (gli anni dell'università avranno lascito il segno?).
Al massimo potrei comprare uno di questi kit ma per il retrogaming



ma questo sarà argomento di un nuovo post.

sabato 21 febbraio 2015

Apple sta pensando di passare ad Arm sui portatili?

Posted By: Giangiotto Malatesta - 11:32


Sono anni ormai che si sentono rumors sul passaggio ad Arm. Che sia solo un  bluff per ottenere prezzi più bassi da Intel? Probabilmente, però non bisogna sottovalutare la Apple; un bel giorno potrebbe uscirsene veramente con un portatile a processore Arm..
[trolling on] Magari c'è già un Arm al posto di un i3 ma non lo sappiamo!
Fatto sta ci sarebbero ben più di un motivo per passare ad Arm.
Prezzo
Pare infatti che tra un i5 e il migliore processore Arm ci sia un moltiplicatore di quasi 10. Più precisamente si parla di 25$ e 180$. Certo, le prestazioni non sono paragonabili però.. nessuno si è mai lamentato del processore da 25$ dell'Ipad.
Adattabilità
Apple, ma anche altre aziende del settore, può modificare il progetto base del processore adattandolo alle proprie necessità.
Inoltre non bisogna dimenticare che nel mobile (smartphone e tablet) i processori Arm sono molto meno avidi di batterie rispetto alla controparte Intel.
Maggiore controllo sulle componenti del proprio hardware
Proprio qualche mese fa la Intel si è scusata perché consegnerà in ritardo un lotto di processori per i man. Costruendo in proprio i processori la gestione diventerebbe più snella
Software già pronto
Non è una provocazione. Os x sicuramente è progettato per girare sui chip x86 della Intel. Diversamente Ios (sistema operativo di un Ipad) gira su Arm.
Insomma, non si dovrebbe partire da zero.
Precedente positivo
Infatti c'è già un precedente positivo nei prodotti di Cupertino: la Apple tv.
Nel 2010 si è passati da Intel ad Arm riducendo di molto il costo finale (parliamo di un 2/3). Da quel momento il prodotto della mela morsicata è diventato molto più appetitoso e, grazie ai servizi a pagamento offerti, ha introdotto i servizi della Apple anche nel mercato domestico.
Apple conosce bene i suoi polli
Probabilmente un MacBook Air da 700$ ma con processore Arm, potrebbe essere apprezzato da una fascia di mercato.



Cosa fatta? Certo che no: Resterebbero solo due ostacoli da superare: la mancanza di potenza e la compatibilità con Windows e Linux.
Probabilmente solo per questo anche l'anno prossimo sentiremo i rumors sul passaggio ad Arm.

giovedì 19 febbraio 2015

Torna Aliens \\(^^)//

Posted By: Giangiotto Malatesta - 14:00



Questa è la prova ufficiale!!
Pare che Neil Blomkamp sarà il registra e, a giudicare dalle immagini, la storia sarà legata al film Aliens scontro finale perché c'é anche il caporale D. Hicks (o almeno quel che ne è rimasto dopo la famosa missione di salvataggio del secondo episodio).


Come la storia possa riallacciarsi al sequel alien 3 è un mistero.
Probabilmente sarà un alien 3 alternativo?
Chissà??
Fatto sta che in rete ci sono moltissime immagini

e non sto più nella pelle anche perché per me il secondo episodio, quello di un certo James Cameron, è stato il più bello della serie

Clicca qui per un simpatico post sulle curiosità del film.

Saluto tutti e me lo vado a rivedere.

venerdì 13 febbraio 2015

Project Ara: il futuro è già qui?

Posted By: Giangiotto Malatesta - 07:56


Sono anni ormai che si parla del Project Ara come del più rivoluzionario esperimento in ambito mobile. Ultimamente le voci si susseguono con più insistenza; ci staremo avvicinando alla data di  commercializzazione? Vediamo un po' di che si tratta.
Google, oramai quando si parla di innovazione c'è sempre lei in mezzo, ha investito parecchie energie in questo progetto. Di cosa si tratta? Semplice, del Lego dei telefoni.

un puzzle di dubbio gusto
Infatti c'avrebbe dovuto pensare la Lego e non Google! xD
Scherzi a parte il progetto consiste in un'ossatura come in figura



sulla quale aggiungere opportunamente dei moduli in modo da completare lo smartphone.

Spiral 2 è il nome del secondo step su cui stanno lavorando

[Alcuni rumors parlano di tre diversi modelli su cui costruire il proprio smartphone dei sogni. Questi modelli si differenziano principalmente in base alla grandezza dello schermo, da 4 a 6 pollici, che si può utilizzare (e di conseguenza aumenteranno anche i moduli da poter installare sulla parte posteriore)]. 
Ecco un video esplicativo del promettente progetto.



Le potenzialità sono molte alte per una serie di motivi abbastanza lampanti. A me sicuramente ha fatto colpo la grande personalizzazione, la facilità con cui è possibile riparare un modulo rotto. La batteria finalmente sostituibile al volo. Infine la possibilità di sbizzarrirsi nel modding.
Credo infatti che uno dei fattori che portano questo tipo di prodotto al successo risiede proprio nel poter vantare delle specifiche tecniche esagerate (e a volte inutili) ma che stimolano all'innovazione.
Ebbene pare che sia possibile costruire un proprio modulo a patto di rientrare in determinate specifiche tecniche (esempio: grandezza dello schermo). Già immagino di poter scegliere tra schermi della stessa grandezza ma con risoluzioni, contrasto, luminosità,... diversi.
Analogamente per il modulo del processore, della ram e così via.
Tutto questo farà salire i prezzi? Ni. Ovviamente la concorrenza e l'assenza di qualunque costo legato all'assemblaggio si faranno sentire.
Inoltre pare che ci saranno dei bundle con tutto incluso proprio per fornire un prodotto completo in funzione alle varie fasce di prezzo. Sarà però sempre possibile cambiare il modulo atto al compito x con uno con specifiche migliori. Ad esempio la Sennheiser sta progettando un proprio modulo per coloro che pretendono un audio di qualità. Questo sicuramente farà la felicità degli audiofili a cui si arriva a chiedere anche cifre a tre zeri per un prodotto di qualità e che sia anche facile da riporre in tasca. Che fine faranno gli smartphone tradizionali? 
Anche loro avranno ancora molte frecce nel proprio arco! A cominciare da un design personale (speriamo). Probabilmente il futuro conviveranno come per i pc. Anche adesso c'è chi preferisce montare il pc da sè e chi invece preferisce un prodotto già ultimato.
Entrambi i modelli hanno pregi e difetti.
Non c'è bisogno di dire quale sarà il mio modello preferito: poter mettere le mani dentro quello che compro è un plus difficilmente raggiungibile.

domenica 8 febbraio 2015

Samsung in crisi?

Posted By: Giangiotto Malatesta - 01:13






Parlare della crisi di Samsung nel settore degli smartphone è sempre difficile. La casa coreana è comunque un gigante del settore, ai primi posti in tutti i mercati. Da una parte però è un po' di tempo che i dati di crescita sono inferiori alle aspettative. Si sentono sempre più spesso le notizie sulla presunta crisi di Samsung. Ultimamente qualcuno alla Motorola ha addirittura interpellato l'oracolo (della loro azienda) che ha proposto un finale alla Nokia/BB (e perché no? Anche alla Motorola). Allora andiamo a vedere come sarà questo nuovo Galaxy s6. Oltre a ciò che già si sapeva, pare che sia 750€ il prezzo base del nuovo galaxy s6. Tutte le altre versioni costeranno anche di più.



Stavolta pare ci sia il meglio del massimo che c'è come alluminio e vetro, memoria base da 32GB, schermo curvo, processore a 14 nm,..


L'impressione è che la Samsung stia rincorrendo il suo avversario di sempre ma su un campo a lei sfavorevole.  Non so in quanti siano disposti a spendere quelle cifre folli in cambio degli ultimi ritrovati della tecnica.

venerdì 6 febbraio 2015

Il tiranno è servito.

Posted By: Giangiotto Malatesta - 05:35








Mugabe è da molti considerato impresendabile. Infatti è accusato di aver instaurato un regime dittatoriale nel suo paese (Zimbawe). Amnesty Internetional ha espresso delle critiche. USA ed Europa gli hanno vietato l'ingresso. D'altra parte in molti dicono che sia colpa di questo vecchietto (Mugabe è del 1924) e che i problemi dello Zimbawe siano da attribuire al passato coloniale. Chi dice la verità? Ognuno ha le sue fonti e valuta i fatti.
Fatto sta che ultimamente Mug ha tenuto un comizio presso l'aeroporto di Harare (sempre nello Zinbawe) e al termine s'é accappottato davanti a tutti.




Ovviamente le foto sono state sequestrate ai fotografi e le fonti ufficiali parlano di una scivolata senza caduta (Come si potrebbe neanche pensare che Mug possa cadere??)
Per fortuna qualche foto che attesta il baciaterra è passata oltre i controlli ed è arrivata nella rete.
Subito sono iniziati gli sfotto:


Qui trovate alcune foto. Oppure basta cercare Mugabe falls.
Per fortuna anche stavolta il tiranno è servito.

domenica 1 febbraio 2015

The interview

Posted By: Giangiotto Malatesta - 09:05




Come ogni weekend di film oggi ho visto The interview. Inutile dire che mi è piaciuto tantissimo.
Questo film, come tristemente noto, rientra in quelle opere artistiche che ultimamente sono state prese di mira perché irridono il potere.


Non solo Charlie Hebdo ma anche The interview ha ricevuto pesanti minacce anche se per fortuna non è scappato il morto (qui un riassunto).
Come mai ai dittatori di tutte le latitudini non piace essere presi in giro?
Semplice, perché come dice il famoso proverbio: pazzian pazzian si dice a verità (=scherzando scherzando si..)
In questo caso si dicono verità scomode. Verità che svuotano questi tiranni del loro potere. Per questo la satira è sempre stata un tipico prodotto delle democrazie (nasce ad Atene!) e sopravvive solo nelle democrazia (guai a non difendere la libertà di satira..)
Tornando a noi, il film è stato pubblicato anche grazie all'intervento di Obama perché la Sony si era piegata al ricatto. Dopo l'intervento del Presidente degli USA c'è stato un misterioso blackout in Corea del nord e stranamente la Sony ha deciso di pubblicare il film.
Grazie Obama. Urrà per la libertà di satira. Restando sempre sull'aspetto politico del film, una critica il film la lancia anche alla politica degli USA e alla natura della CIA. Questo fa capire la grandezza del film: non è un'opera che giudica solo gli altri. Il canale scelto è appunto quello del film demenziale, a tratti volgarotto. Questo è l'unico limite del film. A chi non piace il genere probabilmente non piacere neanche il film. Per il resto... Ho riso per quasi tutto il tempo. James Franco è irresistibile nella parte dell'amicone ingenuo e coglionozzo. Alcune gag sono così divertenti che mi sono tornate in mente le cazzate dell'era universitaria. (Per me JF è coglione anche nella vita reale perché la parte gli viene troppo troppo bene). Pensare che la prima volta che vidi quest'attore fu nella parte del figlio del Goblin in Spiderman del 2002 ( Da un grande potere, derivano grandi responsabilità ). In quel film Franco era una personaggio drammatico e piangeva la morte del padre, cattivissimo (a sua insaputa).
Poi c'è Seth Rogen nei panni di coprotagonista e di regista. Quest'attore è sempre stato simpatico, incasinato ma buono.
Se vi piacciono i film comici-demenziali allora consiglio di andarlo a vedere. Altrimenti consiglio di collezionarlo come dimostrazione di democrazia.


Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.